Home Developement
Setup di una macchina virtuale con VirtualBox PDF Stampa E-mail
GNU/Linux - Tips 'n Tricks
Scritto da V. Renò   
Venerdì 28 Novembre 2008 13:12

In questo articolo verrà trattata l'installazione e la configurazione di una macchina virtuale con Virtualbox, utilizzando un sistema operativo Debian Sid kernel 2.6.26-1-686 installato su un notebook DELL XPS M1330.

Lo scopo è quello di riuscire ad ottenere un sistema che permetta l'esecuzione contemporanea di un sistema operativo di casa microsoft (windows xp) all'interno di Linux in modo tale da poter avere tutto all'interno dell'amato pinguino.

 

L'applicativo utilizzato a tal proposito è Sun xVM Virtualbox versione 2.0.6 non open-source (pacchetto: virtualbox-2.0_2.0.6-39765_Debian_etch_i386.deb) reperibile dal sito ufficiale qui.

Una volta installato virtualbox la configurazione di una macchina virtuale è estremamente semplice in quanto il programma stesso è dotato di un wizard configurator che in pochi click rende operativa la macchina virtuale.

In linea di massima i passi da me effettuati sono stati i seguenti:

  1. scelta del sistema operativo da ospitare
  2. creazione di un hard disk dinamico da 20gb
  3. scelta di riservare 1024/2048 MB di ram alla macchina virtuale
  4. scelta di riservare 32/128 MB di memoria video
  5. abilitazione ACPI
  6. abilitazione IO/APIC
  7. scelta della connessione di rete da bypassare al sistema operativo ospite

Prima di avviare la macchina virtuale è necessario aggiungere il proprio utente al gruppo "vboxusers" che sarà stato creato dal programma in automatico, è possibile fare questo velocemente da root digitando

# gpasswd -a utente vboxusers

Una volta avviata la macchina virtuale è consigliabile installare subito le guest additions dal menu "Dispositivi - Installa guest additions" e successivamente effettuare il setup della macchina dotandola di un antivirus e dei classici tool che ognuno è costretto ad installare sul proprio sistema operativo di casa microsoft.

I due passi un po' meno immediati da effettuare, ma a mio avviso molto utili, sono i seguenti:

  1. creare un canale di comunicazione tra i due sistemi operativi residente e virtualizzato
  2. abilitare il supporto usb

Per il primo punto ammettiamo per esempio di aver la necessità di accedere alla cartella /home/user del sistema linux dal sistema windows xp virtualizzato, i passi da effettuare sono i seguenti:

  1. impostare la cartella /home/guest nelle cartelle condivise della macchina virtuale, questa opzione accessibile dal menu impostazioni) e dare un nome che in questo caso sarà guest001
  2. accendere la macchina virtuale
  3. inserire il comando "net use x: \\vboxsvr\guest001" (senza le virgolette) dal menu start - esegui di windows xp

Se tutto è andato a buon fine si vedrà in risorse del computer la cartella del sistema linux come X:.

E' meglio ricordare che nel caso in cui si decida di dare permessi di scrittura a cartelle critiche del sistema Linux è possibile compromettere il funzionamento della macchina reale, consiglio quindi di utilizzare questo tunnel fra i due sistemi operativi in modalità "read-only" , questa opzione è reperibile sempre nel menu impostazioni - cartelle condivise della macchina virtuale).

Per quel che riguarda l'abilitazione del support usb i passi da seguire son differenti da sistema operativo a sistema operativo, quindi mi limiterò a scrivere quelli funzionanti sulla mia configurazione:

  1. aprire il file /etc/init.d/mountkernfs.sh da root
  2. commmentare la riga "domount usbfs usbdevfs /proc/bus/usb usbfs -onodev,noexec,nosuid"
  3. aggiungere subito sotto "domount usbfs usbdevfs /proc/bus/usb -onoexec,nosuid,nodev"
  4. salvare ed uscire
  5. dare il comando # cat /etc/group e localizzare la scritta vboxusers:x:NUMERO:user
  6. aggiungere in /etc/fstab la riga "none /proc/bus/usb usbfs rw,user,devgid=NUMERO,devmode=0666 0 0"

Dopo il reboot del sistema operativo, se tutto è andato a buon fine, si potranno comodamente abilitare tutti i dispositivi usb all'interno del sistema operativo virtualizzato facendo click sull'apposita icona della macchina virtuale.

Ecco il risultato finale:

 

VirtualBox in funzione su Debian+Gnome

 

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Dicembre 2008 18:50
 

Utenti connessi

 26 visitatori online



Creative Commons License

Questo sito è pubblicato sotto licenza Creative Commons
DeSfA - De Shell Facemmo Ali