Home Developement
Empathy, Telepathy, l'utente e le password in chiaro PDF Stampa E-mail
GNU/Linux - Tips 'n Tricks
Scritto da A. Specchia   
Mercoledì 29 Ottobre 2008 03:01

Letto così, il titolo di questo articolo può, magari, risultare divertente e/o il titolo di un divertente film con Julia Rober., Riccardo Scamarc. e Britney Spea. (taglio i nomi per correttezza come su quella rivista) ! Ma in realtà vorrei informarvi di una cosa abbastanza "delicata" riguardo la gestione delle nostre password su Gnome e, più precisamente, su Empathy (la cui estensione per usare Gtalk e servizi con protocolli affini è Telepathy).

Empathy è a corredo con il nuovo Gnome 2.24 e sembra essere un degno rivale per il multiprotocollo (testato e molto comodo) Pidgin, con tanto di grafica pulita e minimale e caratterizzato da una buona velocità.

Il problema è che, l'altra sera, smanettando, ho notato una cosa un pò fastidiosa.. Mettiamo il caso che io stia lavorando in un ufficio e che mi alzi un momento per andare a lanciare i sassolini in testa ai passanti sul marcipiede di sotto.. Mettiamo anche il caso che io sia subito diventato un fan sfegatato del programma di chat Empathy e che mi sia anche scaricato il suo gestore di protocollo telepathy per poter mandare le catene di S.Antonio a E.Mottola e P. Russo in tempo reale per giudicare le loro espressioni al ricevimento di queste ultime, con tanto di ricette di suor Germana per fare le pannocchie stufate al brodo di tacchino Soldi

Un utente spia (in realtà è quel bas****o del vostro amico che vuole usare la vostra mail per iscriversi ai siti diciamo osè ), si avvicina al vostro pc prima che parta lo screen saver blocca tutto (perchè ovviamente si blocca la schermata quando parte lo screensaver) e senza che ve ne rendiate conto (è troppo bello lanciare i sassolini! vero!?). Magari potreste pensare qualcosa tipo "ok,fa nulla, sono in linux e non è così semplice fregarmi le password, soprattutto perchè in pochi secondi quello vedrà al massimo degli asterischi in qualche programma in cui è memorizzata la password"!

 E come la prendereste se vi dicessi che in 2 click arriva a scoprire IN CHIARO la vostra amata password, confidata a voi da un vostro avo, sul letto di morte, tramandata a quest'ultimo da generazioni e generazioni come tesoro di famiglia?  Io, al posto vostro, come minimo gli lancerei i sassolini con tutta la apposita sacca in testa! Purtroppo Empathy registra la vostra password in chiaro ed è possibilie visualizzarla tramite il tool raggiungibile da "Applicazioni-> Strumenti di Sistema-> Editor di configurazione".

Io, quando ho visto ciò, mi sono infastidito parecchio.. (Avrò visto la mia password in chiaro solo su qualche stupido programma in windows..ma mai in linux...) Il succo del discorso , insomma, (scusate se mi sono "leggermente" dilungato su altre cose poco inerenti) è che vi consiglio di usare Pidgin!! Altrimenti le vostre password possono finire in mano agli uccellini!

P.S.: E. Mottola (e successivamente io) ha personalmente verificato che pidgin non lascia tracce di questo genere. E credo nemmeno altri programmi su Gnome. Spero di avervi avvertito in tempo!!

Ultimo aggiornamento Venerdì 31 Ottobre 2008 11:01
 

Utenti connessi

 55 visitatori online



Creative Commons License

Questo sito è pubblicato sotto licenza Creative Commons
DeSfA - De Shell Facemmo Ali